Jeremy Scott

Luca Antonio Dondi
14 settembre 2015

C’è ancora chi crede che la moda sia divertimento e ironia, chi crede nel suo enorme potenziale e la usa come strumento contro le regole e le imposizioni di una società (ancora) mentalmente ristretta: è Jeremy Scott, il giovane designer che anche con questa collezione ha voluto dimostrare il lato ironico e irriverente della moda. Una collezione che richiama gli anni ’50, anni in cui la televisione iniziò a piombare nelle case degli americani e a cambiare il modo di vedere le cose. Ecco quindi che compaiono immagini pubblicitarie e schermi di televisori su minidress, top e gonne oltre che pullover e pantaloni per la moda maschile: il televisore stesso diventa, infine, un accessorio e si tramuta in borsa. Accanto a questo, anche stampe geometriche dai forti toni di colore, paillettes scintillanti e vistose, stampe di facce cartoon e pistole giocattolo costellano i più vari capi d’abbigliamento della collezione, dai crop-top alle gonne passando per blazer e costumi da bagno. L’estro creativo del giovane Jeremy colpisce ancora l’universo del fashion con un’altra fantastica collezione pronta a diventare presto un must-have.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14