Jeremy Scott

Luca Antonio Dondi
15 febbraio 2016

I “valori” di un’America ormai trapassata – la gloria del rock, i cowboy, i cartoon di una volta – ritrovano vita nella collezione per il prossimo autunno-inverno del designer Jeremy Scott.
Ancora una volta l’ironia, i colori vivaci e l’allegria di stampe e tessuti hanno confermato il binomio moda-gioco che è ormai onnipresente in ogni collezione dello stilista americano. Sulla passerella, infatti, sfila un carnevale di forme e colori: stampe animalier pop su cappotti in pelliccia, bomber, top e pantaloni skinny; chitarre elettriche stampate su abiti-blusa, tubini fascianti e minigonne, pantaloni e blazer da uomo; poi coriandoli 3D per ravvivare i completi, texture metallizzate, stampe di pin-up, pianeti cartoon, prodotti da hair-saloon anni ’50 si mischiano insieme su crop top, gonne, abiti e pullover.
Il denim e i camperos dalle fantasie più diverse contraddistinguono l’anima western della collezione, vivace in tutto e per tutto. Anche altri accessori collaborano al mood della sfilata: bigiotteria in plexiglass colorato, mini bag o tote stampate, calze a rete e maxi cinture in vita. Una trasposizione ironica di vecchie tradizioni americane, resuscitate in chiave pop in perfetto stile Jeremy Scott.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10