Jeremy Scott

Ottavia Pomini
12 settembre 2016

Il re della stravaganza pop e degli eccessi, Jeremy Scott, ha colpito ancora portando sulle passerelle della fashion week di New York una collezione per la primavera-estate 2017 teatrale e sopra le righe, ispirata al folklore newyorkese dei mitici anni Ottanta. L’intento del designer è quello di far rivivere la folle atmosfera dei party, spesso a raggi X, della ‘’Big Apple’’ durante gli Eighties. Una fotografia dei clubbers che animavano le notti sfrenate dei quartieri Lower East Side e Times Square, ai tempi cuore della movida festaiola e a luci rosse.

La linea è caratterizzata da un mood disco glamour, colorito da note punk. Il primo outfit è un omaggio alla City: una felpa nera caratterizzata da una scritta in rosa shocking “New York”.  Fioccano capi total black  connotati da una forte carica erotica, realizzati con diversi materiali, dalla pelle al latex. Reggiseni e minidress, decorati da zip, giarrettiere e anelli metallici intorno al collo, richiamano il tipico look da dominatrice. Tra gli outfit audaci, la scritta “X rated (“per soli adulti”) campeggia sul retro di una t-shirt nera abbinata a una mini gonna in pelle. La nota fetish è smorzata da capi colorati con stampe in stile Pop Art. Nella seconda parte dello show, scintillanti vestiti di paillettes dai colori brillanti e spesso dalle bizzarre forme geometriche illuminano la passerella.

Una collezione trasgressiva ad alto tasso erotico, dedicata ai più eccentrici viveur della vita notturna.

  • 10
  • 1-jeremy-scott
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9