Jil Sander

Alberto Corrado
16 gennaio 2016

Rigore e semplicità sono i canoni estetici della rilettura autentica della moda uomo per l’Autunno/Inverno 2016-2017 firmata Rodolfo Paglialunga per Jil Sander, che è stata presentata a Milano nella seconda giornata di sfilate.

Le silhouette sono squadrate, i trench e i cappotti – capi imperdibili della stagione fredda – incontrano la “rigidità” e lo stile rock con le chiusure fatte di borchie, mentre le giacche risentono di uno stile sartoriale con una rivisitazione del militare per l’uso quotidiano.

Resta il fatto che così facendo la silhouette si linearizza quasi a volere annullare la preminenza del fisico nella costruzione dell’immagine finale maschile.

Marrone, ma anche senape sono i colori predominanti, accanto ai classici grigi e nero che non possono mancare nel guardaroba maschile dell’autunno-inverno.

Nell’aria si respirava una necessità di quotidiano, di portabile, di amichevole, di umano. Un pensiero distante anni luce da quello dei designer precedenti, così eccessivamente autoriferiti da aver quasi totalmente prosciugato il marchio dal suo appeal più importante: l’accessibilità.

 

  • 1-jil-sander
  • 2-Jil-sander
  • 3-jil-sander
  • 4-jil-sander
  • 5-jil-sander
  • 6-jil-sander
  • 7-jil-sander
  • 8-jil-sander
  • 9-jil-sander
  • 10-jil-sander