Jil Sander

staff
25 febbraio 2012

La filosofia Jil Sander vive negli abiti creati – nella sua ultima collezione prima del rientro della fondatrice – dal designer Raf Simons, che fa sfilare le modelle in uno slalom di trionfanti bouquet di fiori che emanano la dolcezza riflessa nei vestiti. La griffe Jil Sander si conferma Regina indiscussa di purezza e semplicità, reinventando il concetto di eleganza in chiave minimalista. Ispirato dalla couture anni ’50 e rendendo omaggio a Dior (prossima tappa del suo curriculum professionale?), il designer belga crea abiti a tubino con inserti in pelle e drappeggi di tessuto che esaltano le forme, insieme ad abiti bustier con tagli dalle studiate geometrie, cappotti dalle linee fluide e avvolgenti che arrivano al ginocchio o lunghissimi alla caviglia e trench coat a corolla. La delicatezza delle forme è in perfetta armonia con la scelta dei colori: rosa, beige, blu navy, rosso, nero, bianco, silver e colori pastello metallici. Ogni elemento conserva l’autenticità del marchio, pur restando al passo coi tempi.

 

Martina Bosi