Jil Sander

Valentina Nuzzi
20 settembre 2014

La collezione primavera-estate di Jil Sander marca il debutto di Rodolfo Paglialunga, nuovo direttore creativo nominato ad Aprile in seguito alle dimissioni della camaleontica fondatrice. Come suo primo progetto, Paglialunga ha deciso di esplorare il confine tra maschile e femminile, dando vita ad una passerella dai caratteri androgini e sofisticati. I due punti chiave della collezione sono senz’altro le camicie strutturate portate sotto i voluminosi pull e gli shorts unisex che giungono morbidi fino al ginocchio. Ad essi si alternano longuettes dallo spacco profondo, talvolta realizzate completamente in pelle, abiti senza maniche dalle stampe optical, dolcevita leggeri e bluse dai tagli innovativi. La palette predilige i toni di blu notte, azzurro, rosso, bordeaux e vinaccia. Dettaglio cult? I gambaletti beige da indossare con i sandali in pelle dal tacco alto.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10