John Richmond

Alice Signori
27 settembre 2015

Back and forth: la sfilata di John Richmond è un viaggio attraverso epoche diverse, riviste ed interpretate in ottica fortemente contemporanea. La collezione primavera-estate 2016 in scena durante la Fashion Week milanese è estremamente eclettica, un caleidoscopio di stili diversi: da Hollywood alla rivisitazione della giacca da cowboy (dove le frange sono sottili catene dorate), dal look optical fino a magliette e jeans dai disegni ispirati al mondo dei videogames. Il mood rimane rock nei top dalle stampe geometriche abbinati a short a vita alta e nelle gonne orlate da cerchi in plastica nera. La palette è prevalentemente scura, schiarita da colori fluo, soprattutto su accessori e scarpe. Non mancano le trasparenze: top di voile o pantaloni palazzo a micro pois non lasciano nulla all’immaginazione. Highlight della collezione, il tubino fasciante dall’ampio strascico con zip applicate e il più romantico abito lungo blu mare, stretto in vita da una sottile cintura di pitone viola e ampliato da lunghi spacchi e graziose rouges sul decolté.
Oltre ad ammirare la collezione, la sfilata di John Richmond rimane sempre il luogo cult per fare “vip-watching”: quest’anno nelle prime file si sono visti, tra gli altri, Maddalena Corvaglia, Aldo Montano, Valeria Marini, Cristiano Malgioglio, Costanza Caracciolo, il duo Le Donatella e l’ex velino Pierpaolo Pretelli.

  • 1
  • 2
  • 3.1
  • 3
  • 4
  • 5
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10