Jonathan Simkhai

Ottavia Pomini
11 febbraio 2017

Jonathan Simkhai incanta le passerelle della New York Fashion Week con una collezione per l’autunno-inverno 2017 regale e sofisticata, che svela look moderni ma dal sapore antico, per donne indipendenti, determinate a focalizzare l’attenzione sul loro inestimabile ruolo nella società moderna.

Il designer si è ispirato all’architettura e ai personaggi della monarchia spagnola, con chiari riferimenti alle opere di Gaudi e ai costumi dell’epoca. Dettagli opulenti e silhouette estreme caratterizzano la collezione, colorata da una vasta palette che spazia dal rosso rubino al tabacco intenso, accostando il blu notte al crema e al rosa polvere. L’utilizzo di tessuti pregiati, come il velluto Francese, lo chiffon micro plissettato, la lana bouclé, il denim giapponese lavato e morbida pelle, rendono unici e altamente sartoriali i pezzi più importanti della linea.

La top model Romee Strijd è la prima a calcare la passerella, con un bolero dalle spalle strutturate decorato da occhielli metallici, che ricorda le uniformi dei Matador spagnoli. La lineup continua con capi costruiti per enfatizzare la linea femminile: abiti da sera sublimi, corsetti romantici vengono accostati a pantaloni a vita alta, giacche corte e micro gonne. Pizzi fatti a mano, lavorati con fili metallici e occhielli, ricordano le elaborate volte delle cattedrali, mentre vestiti e tute decorati da una miriade di cristalli e piume illuminano lo show.

Una collezione che descrive la donna di oggi come una vera e propria forza della natura, impegnata ad affermare nella società il proprio diritto di eguaglianza.

  • Jonathan Simkhai RTW Fall 2017

  • Jonathan Simkhai RTW Fall 2017