Krizia

staff
24 febbraio 2011

Per la collezione autunno-inverno 2011/2012, Mariuccia Mandelli, che di donne, ormai, se ne intende da molto, molto tempo, opta per una moda destinata a una signora smaliziata ma non volgare, grande viaggiatrice ed esploratrice di Paesi lontanti, con un evidente penchant per l’Estremo Oriente.
La linea degl’abiti è arcuata, le spalle sono insellate e si aprono a doppia e tripla punta, in particolare i capi spalla presentano frequenti asimmetrie, creando così un gioco di trasparenze molto seducente.
I pantaloni, ispirati ai panta thai, sono a cavallo bassissimo e vengono indossati combinando a volte gilet dal taglio a chimono, e altre volte giacche indossate a pelle; a questi di contrappongono fuseaux di pelle stracciati&ricuciti portati con scaldamuscoli di lana.
I colori spaziano dai rossi accesi tendenti all’arancio fino ai colori di terra: verdi,  grigi e panna.
Sono presenti inoltre sfumature tendenti al mercurio e all’argento che richiamano i giganteschi ciondoli orientaleggianti.
Una moda che guarda con serenità al futuro, con la voglia di poter rindossare colori forti e luminosi,a simboleggiare, forse, una nuova libertà.  

 

Benedetta Fiorini