Lanvin

Martina D'Amelio
5 marzo 2015

Il fascino del Marocco conquista la sfilata di Lanvin per il prossimo autunno-inverno: Alber Elbaz celebra le sue origini con una collezione emozionale ispirata alla sua terra.
Nativo di Casablanca, lo stilista protagonista della rinascita della più longeva casa di Francia sceglie la via dell’autocelebrazione nel giorno dell’apertura della mostra al Palais Galliera dedicata a Jeanne Lanvin. Sulla passerella la contaminazione degli stili – il suo e quello della fondatrice della maison – è perfettamente visibile: ai pantaloni baloon mutuati dalle divise turche si accostano giacche dalle line essenziali puramente francesi; alle classiche nappine utilizzate come dettaglio passe-partout (persino come cinture e vistosi orecchini) si contrappongono accessori preziosi in rettile e pelliccia. Il trait d’union è rappresentato da sensuali tocchi rosso fuoco, dai profili dei micro gilet al trench con frange, per arrivare ai fiori ricamati a vivo. L’utilizzo delle linee è quello caro alla mente come al suo successore: tagli puliti e fluidità intrinseca degli abiti, una rigidità capace di muoversi con naturalezza. Applauditi in prima fila da un’inaspettatamente bionda Kim Kardashian, tra i fan della casa di moda insieme a Jared Leto e Catherine Deneuve.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10