Loewe

Jennifer Courson Guerra
30 settembre 2016

Sofisticata, contemporanea, artistica: è la donna di Loewe per la primavera-estate 2017. La collezione di Jonathan Anderson è un viaggio in un museo d’arte moderna, tra forme all’avanguardia, gioielli-scultura e mood cosmopolita. Due le frontiere esplorate dallo stilista irlandese: la prima è una nuova idea di volume, un oversize portabile che esalta la figura anziché mortificarla, attenuato dai morbidi tessuti; la seconda è quella degli accessori, variegati, originali, dirompenti, tra borse a mano, maxi cinture squadrate, collier, orecchini. Maglioni, long dress e bluse si animano di mille dettagli nascosti, esaltati dalle diverse texture, dal lino alla pelle, dal nylon al plissé. Orli sfrangiati, rouches, patchwork e asimmetrie completano la magia, donando all’intero défilé un’aria femminile ma consapevole. Veste con sicurezza i toni neutri, ma anche i colori più accesi, dall’arancio al bluette, passando per il fucsia.
La donna di Loewe si mostra estremamente sicura di sé, conoscitrice del mondo – questo ce lo dimostrano alcune ispirazioni afro – e proiettata verso un nuovo concetto di moda. Un concetto senza tempo, al di là delle tendenze, classico nella sua sartorialità, moderno nel suo concept. A dimostrazione di questa tendenza, la straordinaria attenzione di Anderson per gli accessori, che riescono ad integrarsi negli outfit senza oscurarli né senza esserne fagocitati. Le calzature si alternano tra mocassini a punta in vernice nera e bluette, stivaletti stringati, sandali flat e kitten heels.

  • 10
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9