Lorenzo Riva

staff
28 febbraio 2011


Un’atmosfera fine anni Sessanta si respira nella passerella di Lorenzo Riva, e anche cinematografica, data dalla rivisitazione della colorata Renèe Zellweger in “Abbasso l’Amore”.
Le linee a trapezio sono date da un mix inedito, i cappotti hanno colli rullati e gli abiti sono svasati, dando un effetto a doppia lunghezza, con i bordi in contrasto, dritti a colonna, con un mashup di tessuti, o ancora lunghi, scalati e con foglie applicate.
Le giacche hanno tagli geometrici a doppio collo e i pantaloni presentano svasature nel fondo.
Il pizzo, la lana hanno toni di grigio, o bicolore bianco e nero, mentre il verde è acceso per crepe di lana, e il nero e rosso si trova in pizzi e velluto.
Grandi fiori sono stampati e il mikado di seta rosso, verde smeraldo o pizzo macramè e viscosa laminata nera rendono tutto luminoso, come l’organza bianca per camicia importante a multistrati o nera ricamata a macro foglie in bicolore e fiori, presentata invece per la sera.

Leonora Cassata