Louis Vuitton

Alberto Corrado
26 giugno 2014
  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10

Louis Vuitton indaga, in questa collezione, sulle origini del menswear, che ritrova nel Rajasthan, la terra dei re in India, offrendo la propria idea di una vera sofisticatezza. Una visione contemporanea dell’India che ruba alla tradizione europea per look sartoriali o con uno sport style innovativo.
Le giacche blu ton-sur-ton, sartoriali doppiopetti, si trasformano in ibridi sportivi quando abbinati a shorts militari a vita alta. Look militare ripreso anche dalle tute zippate in total suede. Il pattern è onnipresente: il motivo Karakoram di Louis Vuitton è tradotto in una serie di linee a zig zag che riempiono polo shirts e impalpabili camicie.
L’India moderna che ispira Louis Vuitton ha degli accenti anni settanta, evidenti nei dolcevita aderenti e a contrasto, che spuntano sotto i completi sartoriali, caldi e neutri in cashmere e seta. Stesse sensazioni richiamate dai pull a lupetto, dei look più casual, da indossare dentro il pantalone a vita alta.
In questa collezione vediamo il lancio della nuova V bag, di una pelle leggerissima e idrorepellente, disegnata apposta per i nomadi urbani. Da notare però le edizioni speciali dei classici bauli: custodie per dischi, chitarre e quant’altro, in pelle di vitello invecchiata.