Louis Vuitton

staff
7 marzo 2012

Allo scoccare delle 10.00 il tempo si ferma. Le modelle iniziano a scendere dal treno avvolte dalla nebbia e dal mistero che essa porta con sé. L’Autunno-Inverno 2012/2013 è per Louis Vuitton un viaggio dalla campagna alla città, in cui mai è dimenticato il concetto di un’eleganza semplice, ma ricca di contrasti. Coats, gonne e pantaloni giocano con le proporzioni: predomina la forma ad A, enfatizzata da motivi con sovrapposizioni, stampe con ologrammi, broccati e gemme in resina sui bottoni che impreziosiscono il look, rendendolo unico e sontuoso.

Avvolte da un’aura fiabesca e misteriosa, le modelle sfilano elegantemente su vertiginose Mary Jane, con cappelli fantasiosi in velluto con pennacchi e con handbags o doctor’s bag in pelle, coccodrillo o pelliccia e decorate col logo o da swarovski elements che illuminano l’oscurità della notte. Accompagnate da facchini che portano preziose valigie in pelliccia, le modelle si vestono dei toni sul viola metallico, rosa, rosso, senape, beige, marrone e l’immancabile nero.

 

Martina Bosi