Luisa Beccaria

Luca Antonio Dondi
23 febbraio 2017

L’incantatrice dei boschi, secondo Luisa Beccaria, è la nuova reincarnazione della donna presentata con la collezione autunno-inverno 2017/2018, romantica e misteriosa come una foresta nei mesi autunnali.

Una collezione che va incontro, tuttavia, alle esigenze metropolitane della femminilità contemporanea, con mise adatte alla vita di tutti giorni fatte di sovrapposizioni e mettendo da parte – ma non del tutto – gli abiti angelici ai quali la Beccaria ci ha ormai abituati. Entrano in scena, quindi, jumpsuit, felpe in morbido mohair, gonne ampie svasate e abiti di chiffon accompagnati da blazer in pied de poule, cappe e cappotti in tweed. Le foglie scendono dalle fronde degli alberi per depositarsi sotto forma di applicazioni, stampe e jacquard sui capi della collezione, insieme a tonalità polverose, burgundy, rosa cipria, testa di moro e una delicata tonalità d’azzurro.

È per la sera che ritroviamo i long dress fiabeschi ormai icona della Maison milanese sui quali sbocciano petali e fiori: strati vaporosi di tulle e abiti in pizzo, ricami a filo d’oro e nastri applicati, sofisticati completi giacca-pantalone dalle sfumature metalliche e iridescenti. A corollario di tutto raffinate corone floreali cingono il capo delle moderne incantatrici concludendo un altro capitolo della favola di Luisa Beccaria.