L’uomo vittorioso di Vivienne Westwood

staff
19 giugno 2011


L’eccentrica collezione Primavera/Estate di Vivienne Westwood celebra, in anticipo, le Olimpiadi di Londra 2012. In passerella sfilano, tra statue luminose firmate Marco Lodola, gentleman dal guardaroba classico inglese e atleti che propongono citazioni tratte dall’iconografia greca. L’eroe pensato dall’eclettica e irriverente Vivienne con il marito Andreas Kronthaler é un rapper dell’olimpo con medaglie e corone impresse nelle fibbie, nelle spille e sulle t-shirt e un intellettuale inglese che indossa pantaloni bermuda al ginocchio con calzino lungo.
Accessori dirompenti, scarpe-pantofole in gommma fluo, sandali dorati con cristalli, cravatte e papillon rivisti e corretti, grossi bijoux.
Tanta provocazione, anche se il tailoring rimane il fulcro della collezione che diventa un inno al tre pezzi sartoriale, presentato con la giacca stondata aperta sul petto, volutamente sexy. Protagonisti i tessuti british, riproposti in colori nuovi.
Rottura con la tradizione anche per il finale dello show: Vivienne sfila accanto al partner Andreas, con una voluta inversione dei ruoli: lui tiene il mazzo di fiori mentre lei gioca la parte del marito.

 

Barbara Micheletto Spadini