Maison Margiela

Mirco Andrea Zerini
8 luglio 2015

Maison Margiela ha presentato sulle passerelle parigine la collezione Haute Couture, tra influenze pop e virtuosismi che dal passato guardano, con occhio attento, alle tendenze future e innovative.
Una donna post moderna, fiera e sicura di sé ha calcato le passerelle, indossando abiti scultura destrutturati e rivisitati: dai completi con blazer smanicato e gonna asimmetrica ai minidress che sfiorano il ginocchio dall’allure minimalista, i capispalla con mix di textures differenti e applicazioni colorate che ricordano, a volte, le sontuose vesti monacali e poi vere e proprie opere d’arte da indossare, capi che avvolgono la figura femminile in un vortice di mistero e sensualità davvero spettacolare.
Una collezione decisamente variegata che osa materiali d’avanguardia, come il tessuto luminescente verde, o meno pregiati come la juta – per l’occasione resa couture – e colori che dai classici nero e grigio si spingono fino a tonalità più vivaci e sgargianti, tanto care all’estro del celebre designer.
Sul finire ecco abiti stravaganti per il giorno del “sì” che vestono spose moderne circondate da un velo di malinconia.
A rendere tutto ancor più d’appeal ci sono il make-up e le acconciature: occhi coloratissimi, viso celato da vere e proprie maschere dipinte e capelli dai tagli particolari ed estrosi.
Gli accessori completano il look contribuendo a rendere la collezione d’impatto e assolutamente innovativa, ma del resto siamo abituati ai colpi di scena firmati John Galliano!

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08