Marc by Marc Jacobs

staff
12 settembre 2011


La seconda linea di Marc Jacobs, Marc by Marc Jacobs, si è sempre distinta dalla sua griffe principale per essere più sentita e meno pensata. Riflette lo spirito di un giovane Jacobs, ma è decisamente cresciuta insieme a lui. La prossima collezione primaverile butta già l’occhio sull’estate: una composta esplosione di colore che spazia vastamente dall’ideale esclusivo di studente del college cui spesso il suo look si rifaceva. Ma perché un’esplosione composta?
Marc Jacobs’ secondary line, Marc by Marc Jacobs, had always been distinguished by his signature line for being felt, rather than thought of. It reflected the soul of a former Jacobs, but it has definitely moved on along with him. Next spring’s collection has an eye already set on summer, a composed burst of color which breaks away completely from what Jacobs’ ideal college-club kid used to look like. But why a composed burst? Prima di tutto, non si tratta solamente di colori, ma dei colori per eccellenza dell’estate: rosso, blu navy e bianco – che hanno da sempre simbolizzato un’attitudine estiva, marinaresca, dallo stile casual chic- ancora meglio se si presenta sotto forma di strisce. Il gioco è puntare sui capi arancioni o verdi che regalano una piacevole sensazione di brillantezza. Abitini, completi, gonne, camicette, pantaloni hanno tutti un taglio semplice ed elegante, come anche le t-shirt basic. La posta del divertimento si alza più con i costumi da bagno che richiamano vagamente agli anni cinquanta; accessoriato tutto con grandi occhiali da sole e visiere, borsette quadrate o rotonde colorate per lei, grandi e rettangolari per lui. Scarpe bicolore completano il gioco. La collezione non è particolarmente eclatante: molte strisce, qualche motivo floreale, un completo a scacchi da uomo. Ma qui giace il talento e il punto di forza di Marc Jacobs, l’abilità non comune di ribaltare la semplicità in qualcosa di elegante e seducente.

 

Laura Somaini

Firstly, it’s not just color, but the colors, with a capital C, of summer: red, navy blue and white – which have for decades symbolized a summery, sailor-like, casual chic style – even better if they come in stripes. The risk was taken in orange and green suits which appear pleasantly bright, both for him and her. Frocks, suits, skirts, blouses, pants all have an elegant simple cut, along with a few basic t-shirts. A bit more playful he was with the swimsuits that recollect a bit of the the fifties; accessorized with the large eye wear and the eye shades, and a couple of small colorful squared or round sack-bags for the girls and larger rectangular ones for the boys. Bi-colored shoes do the trick as well. The game is safe: many stripes, a few floral motives, one checkered men’s suit. Here lays Marc Jacobs’ talent and strength, in the uncommon ability of warping simplicity into elegant and glamorous.

 

Laura Somaini