Marc Jacobs

Martina D'Amelio
12 settembre 2013

01

Marc Jacobs sfata ogni cliché e porta in passerella una donna disinvolta, che si veste a seconda del suo istinto. «Nessuno dei mie amici e conoscenti si veste completamente di bianco» ha dichiarato durante il backstage della sua sfilata, una sorta di show in cui decadenza e modernità si fondono sapientemente.
E allora via a una parata di capi ricamati e stampati con irriverenza e maestria, dalle giacche con mostrine agli abiti da regina dark, in un turbinio di richiami gotici che con la primavera-estate (perlomeno, quella del 2014) sembrano non avere nulla a che fare.
Tanto verde bottiglia, marrone e bordeaux, oltre all’immancabile nero: colori che si distinguono nettamente dalla tavolozza prevalentemente utilizzata in questa New York Fashion Week appena conclusasi.
Un deciso segno distintivo che è anche e soprattutto affermazione di stile, capace di stravolgere anche le stagioni.

Martina D’Amelio

Guarda la collezione:

02

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9