Advertisement

Marchesa

Mirco Andrea Zerini
13 settembre 2017

Alla New York Fashion Week va in scena un nuovo capitolo dell’infinita favola firmata Marchesa. 

Le protagoniste della collezione primavera-estate 2018 – principesse moderne ed emancipate – sembrano vagare con disinvoltura in un locus amoenus notturno, dove tutto è pensato per la sera, illuminata solo dalla loro naturale sensualità.

Colori vitaminici e briosi invadono la passerella e trovano spazio su longdress, gonne longuette in pizzo e cocktail dress, ricchi di sovrapposizioni, pizzi, volant e applicazioni floreali che rendono l’intera collezione ancor più sofisticata.

Sul catwalk anche abiti e completi maschili sartoriali interamente giocati sul contrasto black and white, spezzato talvolta da micro e maxi applicazioni floreali, che diventano le protagoniste assolute.

Lontane dai dettami che impongono lo streetwear come la tendenza forte delle ultime stagioni, Georgina Chapman e Keren Craig sembrano avere ben in mente la loro idea di donna che è, ancora oggi, una creatura angelica e dalle sembianze eteree, che fa dell’eleganza estrema il suo marchio di fabbrica.