Marni

Luca Antonio Dondi
25 settembre 2016

Consuelo Castiglioni porta sulla passerella di Marni per la primavera-estate 2017 una collezione nell’insieme semplice e minimale, ma articolata e complessa nei dettagli.

Sul catwalk si alternano sovrapposizioni di strati che definiscono volumi e geometrie contrastanti, stringendosi, talvolta, ad evidenziare la vita mediante strati di tessuto o cinture dalle maxi sacche che si mimetizzano abilmente con il resto del look. Plissettature irregolari movimentano l’andamento degli abiti tunica, di chemisier e di gonne midi, mentre il trench rimane classico nella forma ma le maniche si allungano o presentano lavorazioni cut-out.

Una palette di colori arcobaleno – che dal bianco optical passano al crema per arrivare ai toni di rosso, cammello, verde salvia, azzurro, blu, rosa, grigio e nero – percorre il catwalk in monocromatismi violenti di grande impatto, alternati qua e là da pattern di fiori stilizzati e linee grafiche. Le borse si fanno sacche dai manici in corda o rigide ventiquattrore bombate, le calzature a punta giocano con il color block, gli orecchini si portano spaiati e gli occhiali ricalcano un mood Eighties. Modernità, astrattismo, ricercatezza di volumi, forme, colori. In altre parole: Marni.

  • 10
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9