Mila Schön

Ottavia Pomini
25 settembre 2017

Linee nitide, tinte neutre e eleganza bon ton senza sbavature per la nuova collezione primavera-estate 2018 firmata Mila Schön, presentata durante alla Milano Fashion Week.

Il movimento gioca un ruolo chiave nella linea, disegnando nuove sinfonie da indossare: fantasie a righe diventano rebus, le grafiche diagrammi e le silhouette avvolte da drappeggi. L’architettura dei volumi e le performance dei tessuti moderni – rafie su organza, double di cotone, canvas, drill, jacquard e sete, elaborati come nell’Haute Couture – definiscono una nuova identità, grazie a una palette di colori dai toni forti che vanno dal giallo girasole al bordeaux, fino alle fantasie, maculata e a righe.

In passerella sfilano trench in drill di cotone con dorso a macro stripes, giacche tailleur in tessuto double abbinate a gonne portafoglio a contrasto inside-out, ispirate a Kim Novak, personaggio Hitchcockiano protagonista de ‘”La donna che visse due volte’’. Compaiono bluse e pantaloni in jacquard di seta, lievi come foulard annodati dietro la nuca, abiti ‘”caduta’’ che scoprono le spalle e enfatizzano il sex appeal femminile, mentre completi coordinati a righe sottilissime creano rombi e losanghe come frutto di un lavoro ingegneristico. Ai piedi delle modelle, décolleté dal tacco 3 avvolte e rivestite dai tessuti più pregiati.

Una collezione che racconta la donna Mila Schön, in carriera, sicura di sé e disciplinata dallo stile comme il faut e da un’eleganza irrinunciabilmente chic.