Milly

Mirco Andrea Zerini
12 febbraio 2016

La Fashion Week newyorkese accoglie la sfilata autunno-inverno 2016/2017 firmata Milly pensata per una donna emancipata e dinamica, che ama la praticità senza rinunciare a capi sofisticati che la valorizzino.

Una collezione decisamente wearable, che si concentra su tonalità pastello come l’azzurro, il rosa cipria, l’arancione, il grigio polvere e il verde, mixate ai classici bianco, nero e blu navy, a qualche accento di oro per la minigonna in pelle spalmata e ad abbagli shiny per la pencil skirt a righe. Dominano le stampe e le lavorazioni in rilievo che reinterpretano fiori e foglie e si applicano su minidress con scollatura a cuore, spolverini black and white, cocktail dress e sulle gonne.

Le trasparenze sono audaci, le vestibilità morbide segnano in maniera discreta ed elegante la silhouette femminile, per una donna sexy ma mai volgare che indossa jumpsuit con profonde scollature, abiti longuette con effetti “vedo non vedo” e camicie trasparenti che coprono unicamente il seno. La lingerie fa capolino dagli abiti, si porta sopra alla maglieria o coperta solo da caban e spolverini per lasciar intravedere le gambe e il ventre.

I dettagli sono ben equilibrati e si esplicitano in qualche lembo in pelliccia, paillettes e frange luccicanti.

Non c’è spazio per gli accessori mentre, per quanto riguarda le calzature, vincono la semplicità e la classicità di pump in pelle bianca o nera con un discreto scollo laterale che le rende più sexy.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10