Missoni

staff
27 febbraio 2011


L’inverno di Missoni sarà una seconda primavera!
Ogni volta, di stagione in stagione, la Maison ci stupisce proponendo atmosfere e outfit diversissimi.
Pare che il prossimo inverno lo passeremo immersi in una fiaba, nel mondo delle fatine sognanti e incantevoli, sulle giostre con zucchero a velo e bonbons, nei prati fioriti… attenzione ai serpenti però, si mascherano bene!
Quattro parole: Maxi, Leggerezza, Pastello, Maschile.
Maxi vale sia per lunghezze che per volumi. Cappotti, pantaloni, gonne, abiti, tutto fino a toccare terra e maglioni e gilet oversize, ampi e comodi, oltre ad essere caldi.
Silhouettes sottili e lunghissime, leggere e fluide come i luminosi velluti di seta e i soavi creponnes in cui sono tagliati abiti e gonne. La leggerezza delle piume di struzzo che si uniscono al pizzo di maglia e la morbidezza delle volpi, montate a strisce sulle lievissime giacche paiono nuvole. Anche la maglia a volte è soffice, vaporosa, quasi impalpabile.
Pastello, colori rigorosamente pastello, dalla seta alla pelliccia, persino il “non dolcissimo” pitone dei maxi cappotti è color caramelle.
Quindi giallo pulcino, lavanda, verde acqua, rosa confetto, pesca e un po’ di grigio ghiaccio e cipria.
Maschile perchè pur essendo così femminile e dolce, la principessa delle fiabe non disdegna il guardaroba del principe azzurro: dunque talgli classici da uomo per cappotti e giacche decostruite, cardigan, pantaloni e pantaloncini.
Ah, ecco una quinta parola chiave – biker boots… pitonate possibilmente!

 

Anastasia B. Calmotti