MSGM

Mirco Andrea Zerini
27 settembre 2015

Eclettico ed estroso come ogni stagione, Massimo Giorgetti ha presentato sulle passerelle milanesi la nuova collezione firmata MSGM, in una location che per l’occasione si riempie di fari colorati puntati sul catwalk che ci immergono subito in uno street show.

Le influenze partono da oltre oceano, dalla California, dal film “Lords of Dogtown” di Catherine Hardwicke, e descrivono una donna un po’ “maschiaccia” che ama lo stile di strada e adora andare in skateboard. Con un sottofondo musicale di carattere, che introduce – evocandolo – l’intero svolgersi dello show, hanno sfilato le modelle con un atteggiamento deciso e un incedere da vere bad girl.

Colori forti e tonalità acide e si sono alternate e mixate vorticosamente su una passerella dove tutto correva veloce, proprio come nella frenetica vita americana. Ci sono i longdress informali oversize, le felpe con cappuccio amate dal designer, le tuniche tempestate di catene che rimandano allo stile punk e underground, i completi casacca-pantalone dai volumi ampi con pattern geometrici, le frange intrecciate coloratissime che danno vita a dress insoliti, gli abiti con giochi di sovrapposizioni e ampi spacchi laterali e i minidress in rete trasparente.

Da notare le calzature, sneakers dall’allure maschile con alta suola in gomma e le borse, portate comodamente da una donna per cui l’accessorio è essenziale se utile, non più se è bello!

Difficile non accorgersi della mancanza delle stampe grafiche, del romanticismo audace che ha caratterizzato le scorse stagioni, di colibrì e fringuelli tipicamente primaverili: Giorgetti ha iniziato a stravolgere il suo stile, segno di una crescita artistica da non sottovalutare, confermata dagli ampi consensi che sta rapidamente ottenendo.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10