MSGM

Mirco Andrea Zerini
18 gennaio 2016

La Londra degli anni ’90, dettagli grunge e un’anima sportswear hanno dominato la passerella firmata MSGM per il prossimo autunno-inverno.

Pur mantenendo inalterati i propri canoni estetici, il brand ha compiuto una sorta di evoluzione, portando sul catwalk un uomo decisamente disinvolto.

Massimo Giorgetti ha esplorato l’universo sartoriale dei cappotti, classici e dai volumi comodi, declinati in tonalità sgargianti come l’arancione, il rosso e l’azzurro, affiancati dai tradizionali cammello, blu navy e nero, senza dimenticare divertenti dettagli a contrasto.

Sotto, la maglieria in mohair, calda, avvolgente e sfrangiata, con maxi rombi, pattern rigati o geometrie sgargianti, e le felpe – segno distintivo del marchio – con stampe e decorazioni. Camicie scozzesi o floreali, pantaloni fluidi e comodi, bomber con dettagli in pelliccia colorata hanno completato i look di uomo contemporaneo e cosmopolita.

Da notare l’uso della pelle e del vinile per il trench coat rosa pallido, per lo spolverino con cintura total black e per i pantaloni dall’allure metropolitana.

Le gamma di calzature presenta una varietà di cromie e dettagli, applicati su sneaker con suola in gomma e particolari catarinfrangenti; gli accessori sono quasi assenti, fatta eccezione per foulard e cinture in pelle.

Nel complesso la collezione è un inno allo streetwear, alla libertà di pensiero e di stili, per un uomo incurante del giudizio altrui, che si veste pensando solo a se stesso, dando libero sfogo alla sua creatività e al suo animo.

  • MSGM Men's RTW Fall 2016
  • MSGM Men's RTW Fall 2016
  • MSGM Men's RTW Fall 2016
  • MSGM Men's RTW Fall 2016
  • MSGM Men's RTW Fall 2016
  • MSGM Men's RTW Fall 2016
  • MSGM Men's RTW Fall 2016
  • MSGM Men's RTW Fall 2016
  • MSGM Men's RTW Fall 2016
  • MSGM Men's RTW Fall 2016