Mugler

staff
29 febbraio 2012

Nicola Formichetti, direttore creativo di Mugler, si ispira alla  collezione ‘’Insects’’ del 1997  per la l’Autunno-Inverno 2012/2013. All’interno di una cornice massimalista, l’ influenza dello stile asiatico incontra e si unisce alle Arti Marziali. Ne esce una reinvenzione delle forme con un mix di contrasti, ripetizioni e simmetrie. Le proporzioni sono stilizzate ed esagerate e le modelle ricordano uno schieramento di soldati pronti alla marcia.

Anche i tessuti utilizzati sono svariati e provengono da mondi differenti: crine, visone rasato, volpe, cashmere double si uniscono a pelle stampata a cocco, vernice e gazar. Le forme sono esagerate e rigide, e i tagli al laser conferiscono un effetto sagomato alle silhouette: le spalle sono larghe, ma la vita stretta con volumi asimmetrici che avvolgono il corpo.
I colori giocano sul contrasto black&white, uniti al rosso, arancio e giallo.
Tutta la collezione è percorsa dalle note di Ryuichi Sakamoto, che ricalca le idee delle modelle come guerriere giapponesi.

 

Martina Bosi