Mulberry

Mirco Andrea Zerini
21 febbraio 2016

Un’elegante femminilità: questa sembra essere la descrizione migliore per la nuova collezione autunno/inverno 2016-2017 firmata Mulberry che ha sfilato sulle passerelle londinesi in un mix di rigore e audacia che si equilibrano e si mescolano creando un contrasto armonico.

Sul catwalk un susseguirsi di uscite caratterizzate da una progressiva scoperta del corpo femminile, nelle sue curve e nella sua silhouette.

In apertura dominano i capispalla e le mantelle in varie cromie – dal blu nero al nero, dal burgundy al verde salvia – declinati in lunghezze e modelli differenti, caratterizzati da cuciture a contrasto e abbinati a pantaloni skinny, gonne plissettate e camicie con rouches e volant. Proseguendo, compaiono la pelle – utilizzata per chemisier army green, gonne a portafoglio, biker tempestati di borchie piatte circolari, pantaloni e gilet –, abiti a stampa macro rose che riemerge anche su parka dall’allure sportiva, minidress con spacchi audaci in tonalità sgargianti e abiti lunghezza midi in maglia traforata. Sul finire, ecco l’esaltazione all’ennesima potenza del corpo femminile: gli abiti si accorciano drasticamente, le scollature diventano profonde, gli spacchi si alzano sempre di più e, dai tessuti trasparenti, fanno capolino porzioni del corpo fino ad ora celate per lasciare spazio alla sensualità per una donna che diventa femmina, nel senso più erotico del termine.

La palette è classica, ma si arricchisce di tanto in tanto di accenti giallo fluo e rosa shocking, mentre tra le fantasie regna incontrastato il floral.

Belli gli accessori – come da tradizione – che rivisitano la bag collection per renderla più sofisticata ed insolita, mentre le calzature in vernice hanno plateau e tacchi altissimi.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10