N° 21

staff
20 febbraio 2013


Ecletticità. È sicuramente questo il leitmotiv della sfilata di Alessandro dell’Acqua per N° 21. A partire dalle calze, tempestate di Svarosky, che vengono abbinate a mocassini seriosi, e all’uso di tasche a contrasto su ampie camicie a quadrettoni scozzesi.
Le gonne, rigorosamente al ginocchio e dallo spacco quasi inguinale, si riempiono di paillettes e vengono abbinate a cardigan extralarge, creando un effetto assolutamente curioso. Altro punto centrale della linea sono senza dubbio i corsetti, se così si possono definire, posti in vita a dare volume alle gonne, e i cappotti dai volumi contrastanti che sembrano quasi stridere con alcuni capi decisamente più basic; ruolo non indifferente anche per la pelle che crea blocchi di colore su stampe folerali. I colori spaziano dal senape, al tortora, fino a tutta la gamma dei grigi e degli ocra.

Benedetta Fiorini