N°21

Mirco Andrea Zerini
22 febbraio 2017

Sulle passerelle milanesi sfila la collezione autunno-inverno 2017/2018 firmata N°21 che porta in scena due sogni diversi e contrastanti ma perfettamente equilibrati nella visione del designer: da un lato il Neorealismo italiano e una musa d’altri tempi come l’attrice Anna Magnani, dall’altro l’American Dream dell’University College.

Alessandro Dell’Acqua conferma il suo piglio innovativo ed estroso ed esibisce in passerella una sensualità consapevole, moderna e retrò allo stesso tempo: partendo dalle immagini della celebre artista nel suo periodo hollywoodiano – quando lavorò per le pellicole La Rosa Tatuata e Pelle di Serpente – egli descrive il momento dell’incontro con un altro tipo di femminilità, più emancipata ed egualitaria, sviluppatasi nei campus americani e fatta di mescolanze tra estetiche maschili e femminili.

È così che in passerella dominano la passione, il carattere e la determinazione che prendono forma in abiti in crêpe de Chine rossi o color nudo con applicazioni gioiello ed effetti vedo non vedo, in gonne a tubo in principe di Galles o tessuti damascati da portare con bluse, anorak in montone ecologico, maglie oversize o pullover con le immagini delle spiagge californiane lavorate a jacquard e impreziosite di paillettes. Il tutto è arricchito dai capispalla: i cappotti dai tagli e tessuti maschili hanno ricami e cristalli che creano l’effetto desiderato o bordi di pelliccia ecologica, i bomber in raso hanno bottoni gioiello e dettagli a contrasto mentre le eco-pellicce sono estremamente voluminose.

Borse a soffietto, calze velate, sandali dai tacchi vertiginosi, gioielli opulenti e occhiali – realizzati in collaborazione con Linda Farrow – completano i look della donna del brand, che si muove sicura di sé in passerella.

Alessandro Dell’Acqua con questa collezione non ha voluto solo omaggiare l’italianità e la bravura di Anna, ma ha voluto creare qualcosa che parlasse di tutte le donne, in cui ognuna potesse rispecchiarsi e trovare ispirazione, dalle più giovani alle più mature, sempre attente a mode e tendenze.