N°21

Mirco Andrea Zerini
25 febbraio 2015

La sfilata di N°21 per il prossimo autunno-inverno è un inno all’eleganza e al romanticismo di una donna moderna e cosmopolita, amante dei contrasti.
Lo stilista Alessandro dell’Acqua ci ha stupiti portando in passerella capi innovativi, mixando materiali diversi e forme contemporanee. Cappotti di maglia jacquard ricamati con paillettes o a spina di pesce, gonne con fiori applicati o di casentino da portare con gilet in visone, abiti e capispalla realizzati con un tessuto dorato che ricorda le tappezzerie e il broccato.
Le trasparenze sono audaci ma rese caste da materiali eterei, da pieghe e volant; gli abiti, longdress o minidress, e gli chemisier di organza si costruiscono grazie a giochi di sovrapposizioni e asimmetrie.
Le felpe e la maglieria hanno subito una radicale trasformazione grazie a lana sostanziosa e casentino listato di volpe, da portare con gonne a balze rese sensuali da spacchi vertiginosi.
Ma quello che ha lasciato tutti senza fiato è senz’altro il cappotto in tela bianca dall’allure sporty-chic interamente ricoperto di fiori tridimensionali che creano un effetto vaporoso: perfetto per una donna glamour e sognatrice.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10