Off-White

Ottavia Pomini
2 marzo 2017

“Nothing New” è il titolo scelto da Virgil Abloh, direttore creativo del brand Off-White, per la sua collezione autunno-inverno 2017/2018, presentata sulle passerelle parigine. Un titolo pungente, una risposta velata alla critica dello stilista Raf Simons, che descrive Abloh come un designer privo di originalità e inventiva. La linea è il risultato di una profonda meditazione sull’espressione “Nothing New” e sull’eterno dilemma che tormenta ogni stilista: cosa si può definire innovativo? Secondo Abloh solo le invenzioni rivoluzionarie possono essere definite tali, perciò, per la sua collezione, si è limitato a reinterpretare in maniera sofisticata i capi essenziali di un guardaroba, trasformando borse in sculture e rendendo pratici i classici stivali sopra il ginocchio, che, sottolinea lui, come diceva il titolo di una canzone di Sinatra, “These boots are made for walking”.

In mezzo a una foresta grottesca, luci soffuse e alberi secchi sfilano outfit dal mood estremamente femminile; il primo a comparire è in total-plaid, indossato dalla top-model Bella Hadid, seguito da  giacche che emanano vibrazioni Sixities, gonne a matita, leggeri vestiti dalle tonalità nude e camicie da notte in seta con inserti in pizzo. Non possono mancare capi d’ispirazione streetwear, come giacche da abito con tanto di cappuccio, giacchini vintage Levis decorati da tulle e cristalli e l’aggiunta del logo a strisce bianche e nere del brand su cappotti in pelliccia viola.

Una collezione accattivante, molto significativa per Abloh, che è riuscito a dimostrare come la vera innovazione, in fin dei conti, risieda nella creatività di ogni artista e in ogni sua opera.

  • Model on the catwalk

  • ì

  • Model on the catwalk