Palm Angels

Vittorio Francesco Orso Ferrari
19 giugno 2017

Per la nuova collezione primavera-estate 2018 Palm Angels, Francesco Ragazzi sceglie una location underground secondo la logica del “lavori in corso”: qui la cultura skater incontra il surf americano, proponendosi come protesta riottosa e rivoluzionaria nei confronti della stessa subcultura di Los Angeles da cui è nata, nel 2015, Palm Angels.

“Black sun” vuole essere una ribellione, un minimo comune denominatore che sappia unire e guidare uomo e donna, insieme, sotto un unico sole nero, attraverso la forza dell’abbigliamento inteso come segno d’identità e concepito quale significante culturale.

Il messaggio é chiaro, la rabbia palese, la silhouette decisa e le forme morbide ma aggressive: la disobbedienza e l’anticonformismo si manifestano in tutta la loro prorompente energia nel voluto stravolgimento di misure sbagliate e superfici sbiadite.

Il classico guardaroba viene trasformato in pretesto distorsivo per approdare in questo nuovo mondo dinamico e marittimo, in cui le tute scuba si trasformano in t-shirt attillate e le camicie a stampa palm incontrano giubbotti dai grandi cappucci.

Concludono la sfilata un esercito di rainbow jumpsuit schierate per vincere, ancora una volta, pregiudizi e schemi imposti senza alcuna paura: è la forza dello streetwear.