Paola Frani

staff
21 settembre 2011


L’ordine si ricostituisce, la bellezza si ricompone, la moda frantumata si riordina, diviene composta come in sua origine, riaffiorano nuove forme di Arte Concettuale e Design, in cui l’essere “per bene” supera l’apparire. Le forme sono pulite, i volumi rigorosi, gli spazi geometrici, come a motivo spina sulla casacca in paillettes riga o a motivo patchwork nel macramè, ci coinvolge un’esplosione di micropaillettes e jais arancio fluo sull’abito in seta neck drop, giallo neon, fluorescenze glam, stampa paesaggio-pixel pittorico, verdi e turchesi mixati sulla tuta stampa onde come indossati da superbe sirene pool-party, macrocabochon smaltati sul tubino all white, e infine labbra arancio-vernice e collari in plexi-oro.
La donna Paola Frani della prossima Primavera/Estate 2012 veste colori corposi o flash cromatici di lime, arancino o turchese, impressi su basi bianche ed ecrù, e ci trasmette pacata la “joie de vivre” dimenticata.

 

Leonora Cassata