Peuterey Aiguille Noire

staff
19 settembre 2012

Una femminilità essenziale ed equilibrata per la collezione Primavera-Estate 2013 di Aiguille Noire. Capi che sembrano rubati dal guardaroba maschile vengono riadattati nelle forme strutturate e nelle linee fluide. Primi fra tutti i blazer dal taglio sartoriale, abbinati a bluse e maglie in seta e pantaloni a sigaretta. Look super-moderno con le tele archetipe declinate in diverse tonalità di blu, nel beige sabbiato e ordito di bianco dall’effetto canvas. Toni più velati quelli del giallo pallido, il glicine e l’azzurro cielo.
Aiguille Noire per questa stagione ha deciso di appoggiare due giovani stilisti, Co|Te, promuovendo la loro capsule collection, incentrata sulla contrapposizione tra volumi, colori e geometrie e sulla ricercatezza dei materiali. La sartorialità diventa “unconventional”, rivisitata da tagli a vivo sulla pelle, colletti alla francese modernizzati, baschine sul punto vita, impunture a vista e zip. Mini bomber e trench vestono il look da giorno insieme ad abiti bicolor, camicie in nappa o popeline di seta, maglie tricot e gonne su cui si applica l’accessorio-cintura con tasche funzionali. Color block accesi contrastano le più delicate tinte del tortora, del verde acqua o militare, del turchese, del blu notte e dell’ocra. Zainetto con coulisse, cappello da baseball di nappa o faille e cinture con decorazioni decò tra gli accessori.

 

Lucrezia Brunello