Philipp Plein

Alice Signori
19 settembre 2014

Abyss Apocalypse, la sfilata di Philpp Plein per la primavera-estate 2015, si ispira al misterioso mondo dell’Oceano. I colori dei pesci tropicali e dei coralli, proiettati in 3D sulle pareti rocciose, ricordano quelli indossati dalle modelle: giallo, rosso, blu elettrico, argento e verde salvia sono la palette scelta per la sfilata. Philipp Plein cattura soprattutto i riflessi dell’Oceano: abiti, leggings, giacche in lurex sono punti di luce in movimento. E così con gli accessori: dalla sneakers in lurex blu elettrico al tacco giallo acceso. Senza dimenticare le maxi sacche, che, come le giacche, utilizzano la scritta “Abyss” a contrasto. Shorts abbinati a chiodi con le maniche coperte da borchie e ampie gonne a ruota definiscono questa donna forte, decisa e assolutamente femminile: una sirena dei giorni moderni. Infine un richiamo agli anni ‘50 nei lunghi abiti dagli spacchi importanti che fasciano il corpo come una seconda pelle.
Collezione mozzafiato e location da film: la passerella di 65 metri totalmente illuminata da proiezioni 3D ricrea l’ecosistema del più profondo degli abissi. Per rendere la totalità dell’esperienza, la sfilata si conclude proiettando direttamente sul corpo di 20 ballerine, vestite candidamente di bianco, i fondali marini. Ospiti d’eccezione le modelle Shanina Shayk and Devon Windsor e il rapper britannico Tinie Tempah, anima dell’after-party.
Show visionario o, con le parole del designer stesso, momento del “carpe diem”: creazioni che interpretano il continuo sforzo per rendere la bellezza immortale.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10