Ports 1961

Lucrezia Brunello
13 gennaio 2013


L’ispirazione nasce da Pavel Bondarenko, scultore della colonna di titanio raffigurante Yuri Gagarin che si staglia sotto il cielo di Mosca. Così Fiona Cibani, direttore creativo di Ports 1961, fa della sua collezione Autunno-Inverno 2013/2014 un concentrato di forza e determinazione. Il rigore e l’eleganza sono assoluti, ma interpretati in maniera innovativa senza rinunciare alla cura del dettaglio e ai tessuti preziosi. I capi spalla sono i veri protagonisti: trench, chesterfield, harrington, pea coat da marinaio e hustler. Le stratificazioni tridimensionali creano armature di tessuto. Sui mocassini e gli anfibi risalta la suola di gomma. La base cromatica predominante è il nero spezzata da punte di grigio, verde, azzurro e rosso.

Lucrezia Brunello