Prada

Martina D'Amelio
26 febbraio 2015

Chic e kitsch si fondono sulla passerella di Prada per il prossimo autunno-inverno. Il risultato? Una moda che gioca con l’essenza della femminilità.
Il mood della collezione è all’insegna del bon-ton: tagli asciutti e lunghezze rigorose, alla caviglia per i pantaloni e appena sopra al ginocchio per le gonne. Ciò a cui Miuccia Prada ci ha abituati del resto, grazie a un’eleganza spesso nascosta tra le righe, ma pur sempre protagonista.
Il completo più classico questa volta però è in jersey doppiato che alla vista si direbbe neoprene, è vestito dei colori delle caramelle – dal rosa al turchese, dal verde acido al senape – ed è cosparso di spille e applicazioni di plastica e fiocchi. Gli fa eco un rigoroso tweed dai colori sgargianti e inusuali, con inserti in pelliccia blu elettrico e guanti lunghissimi a contrasto, dalle tonalità accese e spesso bicolor. E non importa se le modelle calzano un tacco basso e portano i capelli raccolti in uno chignon: la dose di zucchero è evidente, voluta, in look ladylike dal sapore confetto, per signorine divertenti ma di buona famiglia. La classe infatti resta intatta nonostante la deriva pop: e lo dimostrano i blazer in struzzo, abbinati agli abiti da cocktail indossati su polo dai tessuti preziosi. Miuccia Prada sembra volerci dire che la moda è anche (e soprattutto) finzione e contaminazione di stili. Un gioco: ma la partita (vinta) questa volta è tutta al femminile.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10