Pringle of Scotland

Martina D'Amelio
20 settembre 2015

La maglieria è protagonista sulla passerella di Pringle of Scotland per la primavera-estate 2016.

Massimo Nicosia si ispira alle opere dell’artista Ernesto Neto per creare intarsi sulle tuniche leggere, ispirati alle sculture realizzate con materiali stretch dal creativo brasiliano. E se Neto ha mosso i primi passi proprio in Scozia, è alla nazione d’origine del marchio che il designer italiano guarda ancora una volta nel proporre una collezione che rispecchia il mood di una vacanza. Pronti a partire per quest’isola suggestiva, il protagonista del guardaroba da mettere in valigia è il crochet, utilizzato negli abiti lunghi e per i top, oppure stampato con tecnica trompe-l’oeil sulla seta. Il ritorno al classico knitwear artgianale si unisce al progresso delle lavorazioni laser hi-tech nelle sottovesti a rete, nei pantaloni e nelle tuniche cut-out. Fettucce di pelle si mixano con stringhe e nastri in seta: il risultato è un’esplosione di minuziose lavorazioni, a fronte di una palette di colori ricercata ma mai sopra le righe. Un’attitude che ritroviamo anche negli accessori, dove i sandali si vestono di tocchi crochet e rafia mentre le maxi bag intrecciate con corde di pelle, realizzate a mano, completano il look rilassato di un’estate scozzese.

  • 1
  • 2-pringle-of-scotland
  • 3-pringle-of-scotland
  • 4-pringle-of-scotland
  • 5-pringle-of-scotland
  • 6-pringle-of-scotland
  • 7-pringle-of-scotland