Pringle of Scotland

Mirco Andrea Zerini
22 febbraio 2016

Pringle of Scotland ha presentato a Londra la collezione autunno/inverno 2016-2017 pensata per una donna apparentemente semplice, che non ama loghi e marchi in vista, ma che per se stessa sceglie solo il meglio. È stato il debutto del nuovo direttore creativo Fran Stringer, che ha portato in passerella una moda semplice e tradizionale, suscitando comunque interesse nel pubblico.

La maglieria – punto di forza del brand, che l’ha consacrato e gli ha garantito una gloriosa tradizione – è presente in maniera preponderante su un catwalk caratterizzato da poche uscite, ma incisive e curate. Ci sono gli abiti in caldo mohair, le gonne ampie in lana portate con pull e corpetti esigui e femminili, i top e le pencil skirt con lavorazioni tricot, i cappotti con cintura in vita, i capispalla in montone rovesciato e i classici maglioni che compaiono in tutte le loro versioni, dal girocollo allo scollo a V, fino ai dolcevita e ai gilet.

La palette è ridotta e si concentra su tonalità tipicamente autunnali e calde: verde sottobosco, army green, bianco, avorio, marrone, terra bruciata e nero sono ravvivati da note di giallo ocra e dal tartan che compare su cappotti, abiti dalla lunghezza midi, pantaloni a vita alta e camicie.

Le vestibilità sono morbide e over, ma non mancano capi più avvolgenti che evidenziano la silhouette femminile, le lunghezze sono esplorate in tutte le loro principali manifestazioni – mini, midi e long – e i volumi sono parzialmente rivisitati.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10