Pringle of Scotland

Mirco Andrea Zerini
19 settembre 2016

La Fashion Week londinese si conclude, tra gli altri, con Pringle of Scotland che per la prossima primavera-estate conferma l’amore per la classicità e le lavorazioni artigianali di alta gamma.

Una collezione pratica e decisamente ready to wear, pensata per una donna che necessita di comodità e versatilità.

Unico vezzo la palette, che esplora tonalità vivaci e frizzanti come il giallo, l’azzurro, il blu elettrico e pattern come lo scozzese, il vichy red & white e il rigato multicolor; come da tradizione non mancano poi cromie calde e naturali come il panna e il beige, mixate efficacemente al navy e al blue denim.

Sfilano capi fluidi e a tratti eterei che si concretizzano in abiti lunghi o asimmetrici a disegnare silhouette nuove, casacche, blazer e long skirt ricche di frange e nappine, maglie oversize con maxi stemmi e completi in denim dai volumi esagerati.

Mancano gli accessori, a focalizzare l’attenzione solo sugli outfit; fanno eccezione le calzature rigorosamente flat che si arricchiscono qua e là di piccole borchie metalliche.

Una collezione che diventa inesorabilmente contemporanea e moderna, adattandosi alle richieste di un mercato che è sempre più esigente e sofisticato.

  • 10
  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09