Raf Simons

Luca Antonio Dondi
24 giugno 2015

Raf Simons concepisce per il suo brand una collezione primavera-estate dal mood un po’ cupo e rigoroso. Compaiono cenni ad un ambiente monacale e di clausura, come la copertura, visivamente d’impatto, del volto dei modelli con cappucci e panni di tessuto in stampa check oppure grosse catene usate come manico per sacche e zaini. Lunghi cappotti e impermeabili contrastano con forza pullover crop top in lana che lasciano intravedere il punto vita, pantaloni molto morbidi si alternano a tagli dritti e bermuda, camicie check e segni grafici danno segni di vivacità alla collezione. Anche i colori, in netta opposizione al mood gotico complessivo, smorzano l’atmosfera e ravvivano i toni: al nero, marrone e blu navy si oppongono l’arancione, il rosso scarlatto, il ceruleo e il bianco sporco. Raf Simons gioca sui contrasti tra rigore formale e dinamismo dei colori creando una collezione del tutto innovativa e a tratti irriverente.

  • Raf Simons Men's RTW Spring 2016
  • Raf Simons Men's RTW Spring 2016
  • Raf Simons Men's RTW Spring 2016
  • Raf Simons Men's RTW Spring 2016
  • Raf Simons Men's RTW Spring 2016
  • Raf Simons Men's RTW Spring 2016
  • Raf Simons Men's RTW Spring 2016
  • Raf Simons Men's RTW Spring 2016
  • Raf Simons Men's RTW Spring 2016
  • Raf Simons Men's RTW Spring 2016