Rick Owens

Ottavia Pomini
22 giugno 2017

Il brutalismo, il futurismo e Thayaht sono il punto di partenza della collezione per la primavera-estate 2018 svelata dall’eccentrico stilista Rick Owens all’interno del Palais de Tokyo a Parigi. Tra maxi strutture architettoniche il designer ha voluto mostrare la sua personale interpretazione della visione di Thayaht, l’artista italiano inventore della tuta, dando vita a un insieme di costruzioni evocative e dalla complessità essenziale nella sua linea.

Su una spettacolare passerella a filo d’acqua sfilano capi futuristici dal retrogusto classico, che giocano con tagli asimmetrici. Il blazer doppiopetto è protagonista: di lino, lungo a otto tasche, nero e grigio, con patchwork o con inserti trasparenti. Compaiono tank top tagliati e composti in nuove forme dal sapore bondage, mentre altri, costruiti lungo la silhouette del corpo, sono decorati da pannelli trasparenti, abbinati a pantaloni a vita alta lunghi sino alla caviglia o larghi a zampa di elefante. Gli outfit sono completati da borse a tracolla, zaini a forma di bolla, sneakers dalla suola ultra-liscia e stivali da arrampicata.

Ancora una volta lo stilista americano è riuscito a stupire, presentando una collezione d’impatto, profonda, fuori dagli schemi ma divertente e autentica.

  • Rick Owens Men’s Spring 2018

  • Rick Owens Men’s Spring 2018