Roccobarocco

staff
23 febbraio 2011

Il tricolore apre la sfilata della collezione Autunno Inverno Roccobarocco: i 150 anni dell’Italia vengono celebrati recuperando ricordi, stili, tessuti del passato insieme alla modernità consapevole che ormai la moda cerca il pezzo unico, l’edizione limitata, l’essere e non l’avere.
Alamari d’argento – il verde – la camicia di raso – il bianco – e la gonna di chiffon – il rosso.
L’ottimismo è annunciato con il colore deciso: verde, fucsia, rosa, giallo, viola.
La modernità dei decori di vernice spruzzata sui tessuti come consumati dal tempo, dai grafismi che richiamano il lavoro di Matisse: le forme appiattite, le linee controllate di quelle guaches decoupage che non a caso l’artista definiva “dipingere con le forbici”.
La preziosità che introduce i vestiti da cocktail o da sera è data da una sobria spruzzata d’argento, colore che sostituisce l’oro anche nelle varie versioni di giacche e abiti.
La giacca/marsina slancia, è originale ed elegante, allungata sul dietro da portare con gonne corte o lunghe di chiffon; forti, a contrasto, gli accessori come le borse cocco, nere e argento, e le scarpe alte di pizzo o camoscio, con cinturini multipli e il tacco decorato da un nastrino di velluto.

 

Leonora Cassata