Salvatore Ferragamo

Martina D'Amelio
1 marzo 2015

Linee essenziali e puramente geometriche caratterizzano l’autunno-inverno 2015/2016 di Salvatore Ferragamo.
Questione di tagli: in primis quelli delle gonne al ginocchio, plissettate a vivo sotto le anche, che si aprono nella camminata e donano movimento, profilandosi come uno dei must have della prossima stagione fredda. Le righe spuntano anche sui soprabiti e sui gilet di pelliccia, adornano la maglia stretch dalle lunghe maniche che si trasforma sorprendentemente in un’ampia cappa crop-top sul davanti e lunga ai lati. L’essenza geometrica della collezione è riproposta negli abiti, lunghi da sera, a tubino o a portafoglio, ma pur sempre caratterizzati da bande e forme a contrasto in tonalità concentrate e armoniche quali il rosso, il fucsia, il giallo, il verde intenso e il marrone. Gli intarsi colorati si accostano perfettamente donando pulizia e definizione: sono gli accessori e i dettagli a fare la differenza, a partire dai bottoni in resina che compaiono sui tailleur e sui cappotti per arrivare alle cinture in pregiati pellami annodate in vita a ricordare l’artigianalità che da sempre contraddistingue la maison. La naturale geometria delle superfici è rispecchiata dalla passerella, un concentrato di forme che valorizza appieno lo stile materico della donna che verrà secondo Massimiliano Giornetti.

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09
  • 10