Salvatore Ferragamo

Luca Antonio Dondi
18 giugno 2017

Quel fascino mediterraneo che parte dalla Costa Azzurra e attraversa tutta la riviera da Portofino ad Amalfi influenza la collezione primavera-estate 2018 di Salvatore Ferragamo secondo Guillaume Meilland.

Tutto lo charme francese di Alain Deloin si mixa allo stile italiano di Marcello Mastroianni in una collezione fresca che valorizza al meglio i capisaldi della Maison. Gli abiti sono alleggeriti e si portano con una t-shirt mentre la camicia si sbottona leggermente ed è accompagnata da pantaloni morbidi. La maglieria, finemente lavorata, si abbina a pantaloncini in velluto a coste per far fronte alle serate estive più fresche, mentre i blazer in Principe di Galles sono sostituiti talvolta da spolverini e soprabiti scamosciati. I colori terrosi e le sfumature del mare sono mixate a tinte ocra e punte di rosa pallido, ma il guizzo creativo è dato dai ricami di cavallucci marini e coralli che troneggiano qua e là sui capi della collezione.

È negli accessori, però, che si riconosce tutto l’heritage della Maison fiorentina: stivaletti e loafers con suola in gomma e iconico Gancino; tote bags, ventiquattrore e envelope bags in pelle strutturata. Un casual ricercato, quello firmato Salvatore Ferragamo, che non passa mai di moda e, anzi, si dimostra sempre capace di rinnovarsi nel nome di un’eleganza classica.