Schiaparelli

Laura Gioia
3 luglio 2017

Romantica, forte, indipendente. Così la donna di Schiaparelli sfila all’Alta Moda di Parigi e svela l’identikit di una collezione giovane e fresca, pensata per chi sogna la libertà e crede nell’emancipazione.

Con invidiabile maestria sartoriale, Bertrand Guyon porta in passerella trasparenze di tulle e ricami simbolici, rivolti nostalgicamente alle grandi protagoniste di inizio Novecento e agli storici esordi di Elsa Schiaparelli. Si parte da un total white a tratti etereo, per arrivare a look cromaticamente più variegati, con un finale che richiama il bianco di inizio show. Gonne plissettate e bustier strutturati sono il leitmotiv di una collezione moderna e insieme tradizionale, che strizza l’occhio alle glorie del passato – come la tunica in rosa shocking -, pur non tralasciando ironia e frivolezza: aragoste, cuori e tasselli di puzzle sono infatti i simboli di un surrealismo appena accennato, ma non per questo meno evidente.

Nonostante il coraggio di alcuni abbinamenti – le cappe di tweed sopra lunghi guanti blu elettrico -, l’impressione è quella di una fluidità totale, che in più casi viene rimarcata dall’accessorio: orecchini pendenti e affusolati, che arrivano a sfiorare le spalle.