Advertisement

Silvio Betterelli

staff
28 febbraio 2011


La collezione Silvio Betterelli della prossima stagione fredda porta in passerella volumi e textures che prendono forma di sovrapposizioni e successioni di stati e livelli di stoffa.
Sequenze, intersezioni, intervalli, dissequenze, danno luogo a vortici, drappeggi illusori e tagli che disegnano, re-interpretandolo, il corpo.
Il processo di assemblaggio ricorda le maquettes dei plastici e dei prototipi, utilizzati in architettura e nel product design.
Stoffe mescolate fra loro in modo discontinuo creano riflessi e dinamiche di plasticità e fluidità inedite, che vibrano lungo la silhouette del corpo, avvolgendola in modo quasi organico, e linee e costruzioni, come in un contocircuito, si spezzano uscendo dal loro asse e interferendo nelle logiche sartoriali.
La silhouette è asciutta e femminile, contrapposta a giacche ampie e oversize.
I colori variano dai grigi ai beige, cammello, rame, oro rosa, vinaccia, nero.
L’alternanza fra pieni e trasparenze è continua, le sete sono declinate nelle diverse tipologie di crepe de chine, georgettes e drapee.

Leonora Cassata