Simonetta Ravizza

Martina D'Amelio
26 febbraio 2017

L’autunno-inverno 2017/2018 sarà pop-couture. Parola di Simonetta Ravizza, che innalza la pelliccia a vezzo quotidiano. Il segreto? Non prenderla troppo sul “serio”.

Il visone, a sorpresa, si fa technicolor, colorato, giocoso. Esce dagli schemi nei quali è da sempre ingabbiato per vestire una donna sempre più giovane (e sempre più social: sono capi furry che sarebbero perfetti da immortalare su Instagram). Rosa shocking, arancio, albicocca, blu elettrico, indaco, verde bosco: le nuances sono squisitamente accese, enfatizzate da accostamenti disco fever con l’animalier, le paillettes e la mongolia. Così il long coat jungle è bordato da morbido visone fucsia, l’abito di velluto presenta inserti maculati, i maxi fur coat si vivacizzano con righe, decori e rever a contrasto, stretti in vita da micro cinture cocco. Un dettaglio elegante che trova il suo complemento nei cappotti maschili in Principe di Galles con tasche, colli e dettagli a contrasto di volpe fluo, perfetti con i pantaloni tailleur. Il tradizionale giaccone di visone diventa reversibile, con interno di camoscio a intarsi chevron. Ideale da indossare con l’accessorio cult di Simonetta Ravizza, la shopper di pelliccia Furrissima, che si accende di nuove tonalità.

Una collezione variegata che vuole essere un invito a spogliarsi dei panni abituali e a cambiare “pelle”, con uno sguardo sempre proiettato verso la novità e il cambiamento. Per Disco Venus energiche e spensierate.