Simonetta Ravizza

staff
19 settembre 2012

Un viaggio da Marrakech, con i colori caldi della sua terra, con le sfumature delle sue spezie (punte di colore rosso e turchese) a Parigi, con un minimalismo ispirato agli anni 70’ in bianco e nero. Due stili opposti ma estremamente vicini.
La pelle black lavorata a laser come un pizzo è il must e la firma della Maison.
Righe, motivi grafici e stampe hanno un effetto “tie and dye”, e linee scivolate, sovrapposizioni, e gli opposti ritornano negli abiti mini e maxi nelle linee a trapezio.
Grandi borse dalla forte personalità in pelliccia mohair. Must, tra gli accessori, la raffinata borsa “Hemingway” con manico in corno e pelliccia tiger-print.
Una donna giovane e sensuale, che gioca, mescola e reinterpreta.

 

Leonora Cassata